Fotovoltaico

insieme verso la tua indipendenza energetica

Impianto fotovoltaico, con lo sconto in fattura ci rimetti sempre e solo tu?

Perchè lo sconto immediato in fattura del 50% non conviene ne a te ne agli installatori, anche se spendere subito la metà sembra l'opportunità del secolo.

Andiamo con ordine, per farti capire il motivo della mia affermazione, voglio che tu abbia un quadro completo, perchè lo sconto immediato attira tutti ma, il più delle volte, non conviene e porta solo problemi.

 

Recentemente è stato pubblicato un provvedimento dell’Agenzia delle entrate che, fra le altre cose, permette di acquistare un impianto fotovoltaico con uno sconto immediato in fattura del 50%. Di fatto si permette al privato cittadino, che avrebbe diritto alla detrazione fiscale del 50% in dieci anni, di cedere questo credito all’azienda che installerà l’impianto fotovoltaico.

Vuol dire che tu lo paghi la metà del suo costo, ovvero di quello che l'azienda dichiara in fattura.

 

Bello vero? Direi stupendo, no?

 

Ad una analisi molto superficiale, decidendo di sfruttare questa possibilità, avresti moltissimi vantaggi e praticamente nessuno svantaggio, un’occasione da prendere al volo! Ma sei sicuro che sia proprio così?

 

Sicuro che acquistare un impianto fotovoltaico con lo sconto del 50% in fattura non nasconda qualche insidia?

 

Analizziamo assieme i pro e i contro di questa opportunità.

 

Il primo punto da analizzare, quello che probabilmente ti interessa meno, è che è ASSOLUTAMENTE SCONVENIENTE per l’azienda che installa l’impianto.

Questo è un dato di fatto, che si rifletterà indirettamente su di te e sul tuo impianto fotovoltaico, vediamo come.

Applicare lo sconto immediato in fattura del 50% per l’installazione di un impianto fotovoltaico è, come lo chiama l’amico Devis di Soluzioni Solari, un acceleratore di povertà.

Ma capisco che questo possa interessarti relativamente. In fin dei conti il vantaggio per te sembra reale, l’azienda avrà fatto i propri ragionamenti sulla sostenibilità della cosa, no?

 

Ti garantisco che non lo fanno prorio,, ma andiamo oltre, vediamo le conseguenze per TE che stai scegliendo di installare l’impianto con il 50% di sconto in fattura.

 

Tutto sta nel gioco finanziario che sta dietro le quinte: le grandi società tentano di attrarti con parole magiche, fingendo di regalarti le cose ma in realtà hanno bisogno di numeri da incastrare nel loro gestionali, e quel numero potresti essere proprio tu.

 

Certo, se a te non interessa nulla, pensi che un impianto fotovoltaico sia come una confezione di pasta e il tuo scopo è quello di trovare chi te la fa pagare meno, hai un'opportunità enorme davanti agli occhi.

Quando poi capirai che un impianto fotovoltaico a servizio di una casa che punta all'indipendenza energetica non è come un pacco di pasta, forse ti ricorderai di queste parole.

 

Prova a fare una ricerca con il primo nome di fornitore di energia che ti viene in mente, abbinare la parola fotovoltaico e magicamente vedrai che oggi anche lui propone impianti fotovoltaici e da qualche parte è pronto a vendertelo a rate, applicando anche il famigerato sconto 50% in fattura.

Ecco, ora preparati ad essere preso di mira dalle millemila società che pur di entrare in casa tua con uno dei loro commerciali o finti consulenti che mirano a… La tua firma in basso a destra, vale e conta solo quella!

 

Ma forse questo lo intuivi già, non credo di essere il primo che ti mette in guardia da questo tipico atteggiamento che potrei anche definire truffaldino, e se non credi alle mie parole guarda l’articolo datato marzo 2017 di federcontribuenti :

 

https://www.federcontribuenti.it/fotovoltaico-il-60-dei-contratti-e-una-truffa/

 

Oppure quello più iconico (simile a tanti altri articoli purtroppo):

 

http://www.perugiatoday.it/cronaca/incassava-acconti-per-impianti-fotovoltaici-nei-guai-venditore.html

 

Non credo che tu sia alla ricerca di questo… sbaglio?

 

E non è finita, una volta capito con chi hai a che fare, guardiamo nel dettaglio cosa ti succede realmente, perché li si entra proprio nel marcio.

 

Se scegli lo sconto immediato in fattura, paghi di più l’impianto.

 

Si tratta di un banale conteggio matematico, a parità di caratteristiche tecniche (potenza, pannelli, inverter, garanzie, ecc), chi propone lo sconto immediato alza il prezzo di partenza di una certa percentuale. Nessuno ti regala nulla, stai tranquillo, se l’azienda si accolla il rischio e l’onere di essere “scoperta di cassa” per 5 anni, troverà il modo di farsi pagare questa cosa, aumentando il costo iniziale dell’impianto di una percentuale variabile fra il 15% e il 30%.

 

Per semplificare il concetto, se applico lo sconto 50% in fattura sulla vendita di un impianto fotovoltaico vuol dire che te lo faccio pagare la metà, l’altra metà la recupero non pagando tasse per i prossimi 5 anni.

 

Ora, prova ad andare in banca e chiedere un prestito, te li regalano quei soldi?

Se fai due conti, paragona uno sconto in fattura con un finanziamento di 6.000 €

 

In realtà quei 6.000 € con un tasso medio da finanziaria dl 7%, costano la bellezza di 7.000 € almeno, e chi pensi che paghi la differenza? Pensi che le società ti facciano lo sconto rimettendoci del denaro?

 

Assolutamente no, perché da qui partono le 1000 furbate, alcune ben visibili perché si possono scorgere prima di mettere la tua firma in basso a destra altre invece… purtroppo solo dopo che hai firmato e pagato il comunque cospicuo acconto!

 

In questo particolare periodo storico il denaro fermo in banca o investito a basso rischio genera delle perdite, e i tassi dei principali titoli di stato sono negativi, questo significa che se hai disponibilità di denaro, il gioco non vale la candela e il vantaggio è massimo con la detrazione fiscale.

 

Il secondo punto è un ragionamento su quali aziende possono permettersi di scontare il 50% direttamente in fattura per l’installazione dell’impianto fotovoltaico.

Chi può farlo senza aumentare troppo il prezzo iniziale (limitandosi magari ad un +15%)?

Semplice, le grosse aziende commerciali controllate da grandi gruppi, guarda caso sempre attivi anche nella vendita e nella produzione di energia.

 

Lo schema che seguono è sempre lo stesso, te lo riassumo brevemente:

 

  1. Vedi un’offerta molto allettante su Facebook o cercando su Google, di solito già nell’offerta è presente un prezzo aggressivo con lo sconto già scorporato.

 

  1. Clicchi incuriosito ed inserisci i tuoi dati

 

  1. Ricevi una telefonata da un call center che cerca di capire se sei un pollo da spennare e prende mille informazioni per poi provare a venderti qualsiasi cosa.

 

  1. Se prosegui ricevi la visita (o la telefonata) di un commerciale, e qui son dolori.

 

  1. Il malcapitato proverà in tutti i modi a venderti (spesso al telefono) quello che ha a catalogo senza raccogliere nessun tipo di informazione tecnica:
  • Impianti fotovoltaici
  • Contratto di fornitura dell’energia elettrica
  • Condizionatori
  • Colonnine di ricarica per auto
  • Caldaie ibride, pompe di calore

 

  1. In questa fase scoprirai le mille clausole da rispettare per ottenere il prezzo accattivante dell’offerta iniziale:
  • Il quadro elettrico non è compreso
  • La pratica di allaccio alla rete è extra
  • Per le richieste comunali ti devi arrangiare
  • Lo sconto in fattura vale solo se firmi anche un contratto di fornitura di energia

 

  1. Cominci a renderti conto della fregatura ma è troppo tardi, ormai hai una specie di sanguisuga in casa che arriverà anche alle offese quando capirà di non avere speranze di chiudere contratti (non sto scherzando ne esagerando, mi è stato raccontato da più di una persona).

 

Una delle caratteristiche comuni a tutte le grandi aziende che possono permettersi di vendere un impianto fotovoltaico con lo sconto immediato del 50% in fattura è che non hanno manodopera interna, e questo è l’elemento che più ti potrà danneggiare.

Il margine per pagare un installatore in caso di sconto in fattura è ridotto a nulla, davvero le briciole.

Chi si presenterà a casa tua per installare il tuo impianto fotovoltaico riceverà un compenso bassissimo e lo riceverà mesi dopo l’installazione.

 

Questo comporta due conseguenze disastrose:

 

  1. Fretta. Il tuo impianto deve essere montato da 2 persone in 1 giorno, fine. Non ci sono alternative, qualunque cosa accada bisogna finire in un giorno. Poco importa se le tegole non vengono limate a dovere, se vengono utilizzate la metà delle staffe necessarie, se i cavi non vengono adeguatamente protetti, se si utilizzano morsetti con le dimensioni sbagliate, tanto le conseguenze spiacevoli si presenteranno dopo qualche mese o anno dall’installazione.Credimi, non hai idea di quante richieste di intervento ricevo per sistemare installazioni di questo tipo (con costi che vanno da qualche centinaio a qualche migliaio di Euro)

 

  1. Ultimata l’installazione non si presenterà più nessuno, indipendentemente dalle tue richieste di intervento. Se l’impianto funziona (e la maggior parte delle volte funziona) allora è tutto ok, l’installatore non ha convenienza economica a ripresentarsi a casa tua e il commerciale se ne fregherà perché sarà impegnato a vendere altre fregature! (Se sei in questa situazione puoi chiamarmi tranquillamente, ti manderò una squadra a 45€ + IVA all’ora per sistemare).

 

Ricapitolando, sei ancora disposto a correre tutti questi rischi per un risparmio immediato reale del 30%, rinunciando alla detrazione in 10 anni del 50%?

Se la risposta è sì puoi correre immediatamente su facebook e cliccare sulla prima offerta allettante che trovi, ti faccio tanti auguri!

Se invece desideri confrontarti con un’azienda che sia in grado di darti una consulenza seria, un’installazione veramente curata e delle garanzie adeguate, puoi prenotare una visita cliccando qui sotto!

 

>>> CLICCA QUI <<<

 

 

scritto da Stefano