Fotovoltaico

insieme verso la tua indipendenza energetica

Fotovoltaico con accumulo: quando NON conviene!

Non sempre un impianto fotovoltaico con accumulo è conveniente, ci sono delle situazioni nelle quali non conviene assolutamente.

Un impianto fotovoltaico con batterie di accumulo conviene sempre?


Ci sono dei casi in cui non conviene installare un sistema di accumulo a supporto di un impianto fotovoltaico?


La risposta che ti sentirai dare più spesso è che il sistema di accumulo conviene sempre, indipendentemente da consumi, produzione, tecnologia delle batterie, contemporaneità di produzione e consumo, ecc..


La risposta che quasi nessuno ti dirà è invece un’altra:

 

Oltre alle situazioni di assoluta convenienza del fotovoltaico con accumulo, sono molti i casi in cui le batterie di accumulo non sono vantaggiose, cioè i benefici che si possono avere dall’accostare un sistema di accumulo ad un impianto fotovoltaico non giustificano i costi di installazione.

 

Ecco i 2 casi più frequenti dove non conviene installare nessun sistema di accumulo:


Caso numero 1: bassi consumi

 

La situazione più comune che mi sono trovato ad analizzare è quella di una persona che vive sola in casa (o al massimo in coppia) e che ha dei consumi annuali inferiori a 2500 kWh/anno.


Tradotto in soldoni si parla di meno di 400 € all’anno di energia elettrica.


In questo caso il problema è che servirebbe un impianto fotovoltaico molto piccolo, associato a delle batterie altrettanto piccole.


I costi fissi di progettazione, installazione, opere elettriche, staffe di ancoraggio, ecc rimangono circa gli stessi quindi i tempi di rientro di questo tipo di intervento superano quello che si può ragionevolmente definire “conveniente”.


Non ascoltare chi ti dice il contrario, ci sono buone probabilità che sia in malafede!
 

Caso numero 2: hai consumi molto elevati e poco spazio sul tetto

 

Questo caso è forse il più difficile da valutare per l’utente poco esperto, proverò a farti capire in modo semplice perché devi stare attento e perché la truffa è sempre dietro l’angolo!

 

Immagina di avere una famiglia molto numerosa con figli piccoli e moglie a casa.


Consumi molto sia durante il giorno che nelle ore serali, la tua spesa per l’energia è molto alta e tu cominci (giustamente) a pensare dei modi per risolvere il problema.


In qualche modo (fiere, internet, conoscenze) contatti un’azienda che si occupa di fotovoltaico (forse meglio dire …che vende pannelli) e ti trovi in casa una persona che insisterà per venderti l’impianto fotovoltaico con le batterie di accumulo, con la promessa che risolverai per empre il tuo problema.


In pratica ti dirà: spendi tanto quindi ti conviene il fotovoltaico con accumulo.


Niente di più sbagliato!!!


Se sul tuo tetto possono essere installati massimo 3 kW per questioni di spazio, le batterie potrebbero essere completamente inutili per 9 mesi su 12, ora ti spiego perché.

 

Il concetto è molto semplice: se consumi molto di giorno il tuo impianto (che è sottodimensionato) riuscirà appena a coprire i consumi diretti giornalieri e le batterie arriveranno alla sera ancora scariche!!

 

Solo nei mesi estivi potrebbe avanzare qualche kilowattora per ricaricare le batterie e trovarle pronte quando servono: la sera!


Quelli che ti ho descritto sono i due casi più frequenti che mi è capitato di incontrare, esistono molte altre situazioni che possono essere considerate delle “vie di mezzo”, e che vanno quindi considerate caso per caso.


Il concetto che voglio trasmetterti è che ad oggi le batterie di accumulo sono veramente una cosa molto utile, ma per valutare la convenienza di un sistema di accumulo servono tre cose:

 

  • COMPETENZA
  • STRUMENTI
  • ONESTA'

 

Senza questi tre elementi non è possibile fare nessun tipo di valutazione sulla convenienza ne del fotovoltaico, ne delle batterie di accumulo e, pensandoci bene, di nessun sistema tecnologico in generale.


Ci sono due tipi di aziende che proveranno a venderti comunque le batterie anche in casi come quelli che ti ho descritto:

 

  • L’azienda commerciale, con agenti aggressivi e che provano a “vendere a tutti i costi” (a breve scriverò un articolo che ti aiuterà a riconoscere le aziende di questo tipo, se vuoi riceverlo direttamente sulla tua mail inseriscila nello spazio in fondo)
  • Il tuo elettricista che, in assoluta buonafede, ti consiglia una cosa per sentito dire o perché in un altro caso simile ha funzionato.

 

Il caso dell’elettricista è molto interessante anche dal punto di vista esattamente  contrario: se il tuo elettricista non ha mai installato un sistema di accumulo a batterie, si troverà a sconsigliartelo anche quando invece sarebbe un vero affare, attento!


Se hai letto l’articolo fino a questo punto significa che stai valutando seriamente l’installazione di un impianto fotovoltaico con (o senza) batterie di accumulo.

 

La prima valutazione da fare in questo caso è la producibilità del tuo tetto, cioè quanto arriverebbero a produrre i pannelli fotovoltaici se installati sul tetto di casa tua.

 

Per aiutarti a fare questo calcolo, almeno in modo approssimativo, ho scritto una guida che è disponibile gratuitamente e puoi scaricarla cliccando qui!

 

Se hai trovato interessante questo articolo e vuoi ricevere un avviso quando ne pubblico altri, inserisci la tua migliore email nello spazio qui sotto e tieniti aggiornato!


Ciao alla prossima

 

scritto da Stefano